Il tuo browser non supporta JavaScript!

Mosche contro vetro

novità
Mosche contro vetro
titolo Mosche contro vetro
sottotitolo Racconti sul tema dell'autismo
autori , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
curatore
prefazione
collana I minolli
editore Morellini
formato Libro
pagine 256
pubblicazione 11/2019
ISBN 9788862987073
 

Abstract

Le categorie con cui cerchiamo di capire ciò che sfugge alle categorie dicono sempre troppo poco. Raccontare l’autismo significa confrontarsi non con una parola, ma con una serie di storie; non con un numero ma con emozioni diverse, esperienze. In questo libro, un drappellodi narratori - con gli strumenti principali nella loro cassetta degli attrezzi: l’immaginazione, l’empatia - ci portano vicino, dentro alle storie. E ci aiutano a scopr...
14,90
 
Spedito in 2 giorni

Disponibile anche nel formato

Nel 1943 Leo Kanner ha descritto per primo la sindrome autistica su una rivista medica specializzata. Di lì a poco Hans Asperger ne ampliò la definizione. Il progressivo miglioramento delle diagnosi ha ulteriormente ingigantito le statistiche numeriche: solo negli Stati Uniti ci sono oltre due milioni di persone nello spettro autistico e decine di milioni in tutto il mondo.Di conseguenza l’autismo è un universo, dai tanti enigmi e dalle mille (a dir poco) sfaccettature. Gli autistici sono dei soggetti dalle caratteristiche anomale e affascinanti, a volte disabili e a volte abilissimi. Come ha scritto Gianluca Nicoletti “l’autistico è un perenne estraneo, imprigionato tra gente a lui sconosciuta, inconoscibile, e dalla quale ha pochissime speranze di essere realmente capito”. Insomma, mosche contro vetro, secondo la definizione coniata da Pier Carlo Morello (scrittore realmente autistico, presente in questa raccolta), che soltanto ottime penne possono provare a raccontare, trovandogli un posto privilegiato nell’ambito delle loro creazioni: 20 autori, dotati di enorme tecnica, esperienza e fantasia, si fanno forti della loro curiosità, della loro sensibilità artistica e dei loro strumenti culturali per affrontare un tema delicato e complicato, su cui si sa ormai tanto, mai però abbastanza.

 

Gli autori: Stefano Amato - Tommaso Avati - Simona Baldelli - Stefano Bonazzi - Stefano Corbetta - Barbara Garlaschelli - Antonino Genovese - Roberta Lepri - Laura Manfredi - Luca Martini - Elena Mearini - Beatrice Monroy - Pier Carlo Morello - Gianluca Morozzi - Massimo Padua - Barbara Panetta - Ivano Porpora - Luca Raimondi - Giovanna Strano - Valerio Valentini 


 

 

Biografia degli autori

Stefano Amato

Stefano Amato è nato e vive a Siracusa. Ha pubblicato i romanzi Soggetti del verbo perdere (VerbaVolant, 2007), Le Sirene di Rotterdam(Transeuropa, 2009), Il 49esimoStato(Feltrinelli, 2013), Bastaddi(Marcos y Marcos, 2015), L’inarrestabile ascesa di Turi Capodicasa(Hacca, 2018) eVedrai, vedrai(Giunti, 2019). Nel 2018 è anche uscito il suo primo libro per ragazzi, Davide e il mistero Qwerty(VerbaVolant). Ha fondato e dirige la rivista letteraria “A4” (aquattro.org).

Tommaso Avati


Tommaso Avati nasce a Bologna il 16 maggio del 1969. Si laurea in Comunicazione con una tesi sui racconti di Raymond Carver e il cinema di Robert Altman. Dopo una serie diesperienze da aiuto regista,si reca negli Stati Uniti per dirigere Io e Carver: ultimo frammento, un documentario prodotto da Minimum Fax e distribuito insieme a un testo della poetessa Tess Gallagher. Decide poi di dedicarsi esclusivamente alla scrittura collaborando a diverse sceneggiature e soggetti come La prima volta di Massimo Martella e Quell’estate di Guendalina Zampagni. Porta poi in scena un monologo intitolato Il frigorifero, che viene rappresentato anche a New York all’interno del Festival del Teatro italiano. Collabora alla stesura di diversi film tv come:Un matrimonio, Il bambino cattivo, Con il sole negli occhi, Le nozze di Laura. Ha scritto insieme al padre il soggetto per il film Il ragazzo d’oro che ha vinto il premio per migliore sceneggiatura al festival di Montreal.Con Sem ha pubblicato il romanzo Ogni città ha le sue nuvole. Il suo ultimo romanz, uscito con Fabbri, è Quasi tre.

Simona Baldelli

Simona Baldelli lavora per lungo tempo in teatro, come attrice, regista e drammaturga. Si occupa di direzione e organizzazione di numerosi eventi di cultura e spettacolo. Lavora in radio come conduttrice e autrice. Pubblica Evelina e le fate(Giunti, 2013), finalista Premio Calvino e vincitore Premio Letterario John Fante. Nel2014, sempre per Giunti editore, esce Il tempo bambino, finalista Premio LetterarioOnor d'Agobbio. Pubblica La vita a Rovescio(Giunti, 2016), vincitore del Premio Letterario Città di Cave. Nel 2018 esce L'ultimo spartito di Rossini(Piemme). A gennaio 2019 pubblica Vicolo dell'Immaginario(Sellerio). È autrice dell'audioserie Lanotte che caddero le stelle(Emons, 2019).

Stefano Bonazzi

Stefano Bonazzi è nato a Ferrara, dove vive e lavora.Di professione grafico pubblicitario, realizza composizioni e fotografie ispirate al mondo dell’arte surrealista. Le sue opere sono state esposte, oltre che in Italia, a Londra, Zhengzhou,Miami, Seul e Monaco.I racconti Forse abbiamo esagerato e Niente Coma sono stati selezionati tra i finalisti del premio Nebbia Gialla 2015 e 2016 a cura di Paolo Roversi.È presente in numerose antologie, tra cui Gli Stonati(NEO editore).A marzo 2014 è stato pubblicato il suo primo romanzo A bocca chiusa per NewtonCompton Editori.Nel 2017 è uscito il suo secondo romanzo L'Abbandonatrice(Fernandel).Nel gennaio 2019 è apparsa una nuova edizione di A bocca chiusa per Fernandel.

Stefano Corbetta

Stefano Corbetta è nato a Milano nel 1970. Accanto alla professione di arredatore di interni, ha affiancato negli anni esperienze in ambiti diversi: la musica, il teatro, la scrittura. Collabora con “I l Cittadino di Lodi ” , per il quale scrive sulle pagine culturali, e insegna scrittura in alcune scuole dell’area milanese. Ha esordito nel 2017 con il romanzo Le coccinelle non hanno paura (Morellini). Nel 2018 è stato incluso nell’antologia Lettera alla madre (Morellini). Sonno bianco, il suo secondo romanzo, è uscito per Hacca nel settembre 2018.

Barbara Garlaschelli

Barbara Garlaschelli vive a Piacenza.Tra le sue pubblicazioni:Ladri e barattoli(Marcos y Marcos, 1996),Nemiche(Frassinelli, 1998),Il pelago nell’uovo(Mobydick, 2000),Sirena. Mezzo pesante in movimento(Mobydick, 2001, vincitoredel premio “Fenice Europa 2002 sezione “Claudia Malizia”; ed. Salani, 2004; premioDesenzano Libro Giovani 2006; TEA 2007),Alice nell’ombra(Frassinelli,2002),Sorelle(Frassinelli, 2004 vincitore del premioScerbanenco 2004);L’una nell’altra(Dario Flaccovio, 2006);FramMenti. Storie di un fortino di periferia(Mobydick, 2006).Ha curato e partecipato all’antologia noir Alle signore piace il nero(Sperling & Kupfer, 2009).Suoi racconti sono presenti in varie antologie(Einaudi, Mondadori, Il Saggiatore, Cairo editore e numerose altre) e su quotidiani e riviste.Ha scritto libri per ragazzi, tutti editi da EL, vincendo numerosi premi.Ha diretto la collana “I corti” (EL).Autrice insieme a Nicoletta Vallorani dello sceneggiato radiofonico Mi chiamano Bruin onda su Radio2.È tradotta in molti paesi d’Europa.Il suo romanzo Non ti voglio vicino(Frassinelli, 2010) è stato tra i dodici finalisti deI premio Strega 2010. Ha scritto inoltre Il cielo non è per tutti(Frassinelli, 2019).

Antonino Genovese

Antonino Genovese, classe ’84, è anestesista, rianimatore e si interessa dialgologia.Ha pubblicato:Teste(Ed. Il Foglio 2004), Questioni d’onore(Ed. Il Foglio 2005), Il Principe Marrone(Ed. Il Foglio 2007), Il Dottor Maus e il settimo piano(Ed. Smasher2009) e Il Nonno è un pirata–Il diadema, la lancia e l’uncino(Ed. Il Foglio 2017) con cui ha partecipato al premio Strega Ragazzi 2017 e ha ricevuto la menzione al “Premio al valore sociale-AFAP” organizzato da Paginascritta. Numerosi articoli scientifici nel campo della terapia del dolore e dell’anestesia sono pubblicate su riviste internazionali e italiane. Ha vinto il Concorso Racconti Corsari (Torino 2005)presieduto da Bruno Gambarotta e il IV concorso letterario “M.Pietrini” (2017)organizzato dall’Ass.neCa.Le.Co. di Caltagirone (CT). È il direttore artistico del Gioiosa Book Festival.

Roberta Lepri

Roberta Lepri è nata in Umbria e cresciuta in Maremma. Appassionata di cucina e Laureata in Lettere Moderne, ha pubblicato i seguenti libri:Sulla terra a caso(ExCogita, 2003), L’Ordine inverso di Ilaria(Guida, 2005), L’amore riflesso(Guida,2006), La ballata della Mama Nera(Avagliano 2010), Il volto oscuro della perfezione (Avagliano 2011), Io ero l’africa(Avagliano, 2013), Bella Capanna(Strade Bianche,2016),Ci scusiamo per il disagio(Strade Bianche di Stampa Alternativa 2017), Facciamo tardi(Edizioni del Gattaccio, marzo 2018). È presente in ventisei antologiedi racconti.

Laura Manfredi

Laura Manfredi, nasce a Milano il 4 marzo 1975. Dopo la maturità classica e l’Università degli Studi di Milano, facoltà di Giurisprudenza, diventa responsabile ufficio clienti del tour operator Orizzonti S.p.A., ruolo che ricopre fino al 2005. Madre di due bambini, nati a breve distanza l’uno dall’altro, entrambi autistici, decide di rinunciare al lavoro per seguire le terapie intensive dei figli e si trasferisce ad Arese, in provincia di Milano. Con gli anni è diventata mamma di un terzo bambino ed ha iniziato a dedicarsi, nella città in cui vive, a progetti per l’integrazione di ragazzi autistici. Lettrice compulsiva, ha riscoperto il piacere per la scrittura, abbandonato dopo le scuole: pubblica, nel 2017, per la casa editrice Bookabook di Milano, il romanzo autobiografico Cherchez la beauté!. Sempre nel 2017 vince il terzo premio del concorso letterario nazionale “Carlo Cultrera” con il racconto Babu viene da lontano. Nel 2018 pubblica per Albatros il romanzo La trasparenza ed il legno di cedro. Nel dicembre 2018 è fra i finalisti del premio “La venticinquesima ora” della scuola di scrittura Belleville di Milano, con il racconto Capoviaggio. Un suo racconto è contenuto all’interno dell’antologia Mosche contro vetro. Racconti sul tema dell’autismo (Morellini Editore 2019).


Luca Martini

Luca Martini(1971),bolognese,è presente in numerose antologie e riviste letterarie, ed è autore di circa trecento poesie, monologhi teatrali, una settantina di racconti, romanzi e favole illustrate. Nel 2008 ha vinto il premio Arturo Loria per il miglior racconto inedito. Un suo racconto, tramite il progetto “Sorprese Letterarie”,promosso dalla scuola Holden di Torino, è finito tra le sorprese di migliaia di uova diPasqua.Tra le sue pubblicazioni più recenti: il romanzo Il tuo cuore è una scopa(Tombolini Editore, 2014), le raccolte di racconti L’amore non c’entra(La Gru,2015) e Manuale di sopravvivenza per bambini invisibili(Pequod, 2018), la raccolta collettiva di memorie Il nostro due agosto (nero)(Tombolini Editore, 2015) e il libro per bambini Il coccodrillo che voleva essere drago(D Editore, 2017).Insieme a Gianluca Morozzi ha curato, tra le altre, le antologie di racconti Più veloce dellal uce(Pendragon, 2017)eVinyl-storie di dischi che cambiano la vita(Morellini,2017). Insieme a Barbara Panettaha curato l'antologia On the radio-storie di radio,dj e rock'n'roll(Morellini, 2018).

Elena Mearini

Elena Mearini è nata nel 1978 e vive a Milano. Lavora per diversi anni per una compagnia che si occupa di teatro ragazzi. Conosce poi la realtà del disagio occupandosi di laboratori in carceri e comunità. Nel 2009 esce il suo primo romanzo 360 gradi di rabbia, edito da Excelsior 1881 e vincitore del premio Gaia Mancini, nel 2011 pubblica per Perdisa pop il romanzo Undicesimo comandamento, che vince il premio Gaia Mancinie e il premio Unicam - Università di Camerino. Dal 2010 collabora col settimanale “Vita no profit”, raccontando in chiave letteraria fatti di cronaca. Collabora con la rivista letteraria “Atti impuri” e con la casa editrice NoReplay. Cura la raccolta di racconti Latte, chiodo e arcobaleno per NoReplay Editore, firmando un racconto. Partecipa alla raccolta di racconti Vacanze milane, a cura di Luca Doninelli. Nel 2013 pubblica la silloge Dilemma di una bottiglia per Forme libere Edizioni, nel 2014 la silloge Per silenzio e voce (Marco Saya editore) e partecipa alla raccolta Siria. Scatti e parole (Miraggi edizioni). È finalista al premio Maria Teresa di Lascia e vincitrice del Premio Perelà 2013. Nel 2016 pubblica con Cairo editore il suo nuovo romanzo Bianca da morire e per lo stesso editore nel 2017 pubblica È stato breve il nostro lungo viaggio. Per Morellini Editore ha curato l'antologia Tra uomini e dei. 


Beatrice Monroy

Beatrice Monroy è scrittrice, drammaturga, narratrice. Attualmente lavora con la Fondazione Teatro Massimo di Palermo per Vi racconto l’opera e, per lo stessoteatro, ha scritto un’operetta lirica per bambini, “Minuscolo, Mirò”. Come drammaturga ha lavorato con i registi Walter Manfrè, Gigi Borruso, Mimmo Cuticchio, Enzo Vetrano e Stefano Randisi. Autrice RAI, in particolare cura testi e format radiofonici per RaiRadio 3, insegna inoltre drammaturgia alla Scuola dei Mestieri e delle Arti dello spettacolo per il Teatro Stabile di Palermo, diretta da Emma dante. Ha pubblicato:Journal intime e politique(HP edizioni,Francia),Tutti inscena(La Meridiana), Elegia delle donne morte(Navarra Editore), Niente ci fu(LaMeridiana), Ragazzo di razza incerta(La meridiana), Oltre il vasto Oceano(Avagliano), Dido, operetta pop(Avagliano), Il vicolo delle case dipinte(Glifo).

Pier Carlo Morello

Pier Carlo Morello è nato a Montebelluna in provincia di Treviso nel 1981. Si è laureato in Scienze Umane e Pedagogiche all’Università di Padova nel 2014.Attualmente lavora presso la Scuola dell’Infanzia“C.ssa Matilde Spineda”diVenegazzù, sempre in provincia di Treviso,e collabora con il Centro OIKIA di Padova come educatore mediatore tra i professionisti e i ragazzi con autismo, utenti del Centro.Ha pubblicato Macchia. Autobiografia di un autistico(Salani, 2016; Tea,2018).

Gianluca Morozzi

Gianluca Morozzi è nato a Bologna nel 1971. Ha esordito nel 2001 con il romanzo Despero (Fernandel) e ha raggiunto il successo nel 2004 con Blackout(Guanda), da cui è stato tratto il film omonimo. Ha pubblicato finora 28 romanzi e 212 racconti.Oltre che scrittore, è musicista e conduttore radiofonico. Le sue ultime uscite sono Il vangelo del coyote(Mondadori)  e Gli annientatori(TEA).

Massimo Padua

Massimo Padua è nato a Ravenna nel 1972.Ha pubblicato La luce blu delle margherite(Fernandel, 2005),L’eco delle conchiglie di vetro(Bacchilega, 2008),L’ipotetica assenza delle ombre(Voras, 2009; Fernandel, 2015),Si stafacendo buio(Voras, 2011),A un passo dalla luna piena(Fernandel, 2014),Attitudine alla notte(Runa, 2016),Lucky Ricky e il segreto delle radici(Runa, 2017) e Lame di pioggia(Etabeta, 2018).Suoi racconti sono inclusi in varie antologie, tra le quali Racconti nella rete(Nottetempo),Io mi ricordo(Einaudi) eVinyl(Morellini).Ha collaborato con la casa editrice Voras ed è stato curatore della collana “Oscura”per Antonio Tombolini Editore.

Barbara Panetta

Barbara Panetta è nata a Reggio Calabria nel 1974 e ha vissuto per diversi anni a Siviglia. Dopo la laurea in lingue si trasferisce a Buenos Aires per completare un master in linguistica sperimentale. Oggi vive a Londra con la sua famiglia.

I suoi studi linguistici, la sua passione per il ballo e l’interesse per la psicoanalisi l’hanno portata a scrivere il suo primo romanzo Ricordi in movimento (Cavinato, 2015). Ha scritto vari racconti per diverse antologie in italiano e in spagnolo. Si è occupata della traduzione di scritti critici specialistici collaborando con musicisti di fama internazionale.

Nel 2017 in qualità di curatrice pubblica la sua prima antologia Lo dice il mare (Edizioni Il Foglio). Ora insieme a Luca Martini è curatrice e autrice di un racconto dell’antologia On the radio. Storie di radio, dj e rock’ n’ roll (Morellini Editore) e con Elisabetta Bagli sta seguendo un progetto in spagnolo per il Grupo Editorial Sial Pigmalión di Madrid.


Ivano Porpora

Ivano Porpora è nato nel 1976 a Viadana, in provincia di Mantova. Ha pubblicato i romanzi La conservazione metodica del dolore(Einaudi,2012),Nudi come siamo stati(Marsilio,2017)e L’argentino(Marsilio, 2018). Tiene corsi di scrittura e collabora con studi di psicoterapia, per i quali conduce percorsi basati sulla narrazione. È presidente dell’associazione culturale La Nottola di Minerva.

Luca Raimondi

Luca Raimondi è nato ad Augusta (Sr) nel 1977. Pedagogista, editor e consulente editoriale, vive e lavora a Siracusa. Tra le sue pubblicazioni i saggi Nient’altro che un sogno. Pasolini e la Trilogia della vita (Bastogi, 2005), Il pensiero pedagogico di Pier Paolo Pasolini (Sampognaro & Pupi, 2006), Comunicare la cultura (Bonanno, 2007), nonché i romanzi Cuore del vuoto (Edizioni Dell’Ariete, 1998), Marenigma (Aracne, 2009), Se avessi previsto tutto questo (Edizioni Il Foglio, 2013), Tutto quell’amore disperso (Edizioni Il Foglio, 2014), Cerniera lampo (Edizioni Il Foglio, 2016) e Il grande chihuahua (Alter Ego/Augh! Edizioni, 2017), gli ultimi due in collaborazione con Joe Schittino.


Giovanna Strano

Giovanna Strano è dirigente scolastico di un istituto di istruzione secondaria disecondo grado a elevata complessità organizzativa, svolge funzioni ispettive ed èimpegnata da molti anni nella formazione di figure apicali e dirigenziali della scuola.Per le Edizioni Simone ha pubblicato svariati saggi e manuali di preparazione deidirigenti scolastici. Collabora con riviste specialistiche e periodici di attualità, concontributi inerenti all’ambito educativo e formativo.Amante delle arti e della musica è appassionata di scrittura creativa, per la quale èautrice di numerose opere letterarie di vario genere che hanno riscosso consensi ericonoscimenti. Nel 2017 ha pubblicato il romanzo Vincent in Love. Il lavoro dell’anima edito da Cairo; ultima pubblicazione nel 2018 il romanzo storico La Diva Simonetta, la sans par,Aiep Editore.

Valerio Valentini

Valerio Valentini(Roma, 1982), nato in periferia, cresciuto in provincia, è uno deipiù fedeli seguaci della laica religione del racconto. Da ormai quasi quindici anni, i suoi racconti sono sparsi in decine di raccolte e riviste. Nel 2016 fonda la fanzineReader for Blind. Nel 2018 pubblica il suo terzo libro,Parlare non è un rimedio(DEditore) candidato al premio Campiello e al premio Chiara.È responsabile della narrativa per D Editore.

Inserisci i numeri visualizzati per il controllo anti spam

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.