Il tuo browser non supporta JavaScript!

Lettere al padre

novità
Lettere al padre
titolo Lettere al padre
autori , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
curatore
editore Morellini
formato Libro
pagine 160
pubblicazione 01/2020
ISBN 9788862987264
media voto
5/5 su 1 recensione
 

Abstract

Dopo la fortunata antologia “Lettere alla madre”, il secondo volume che raccoglie le voci più interessanti e amate della narrativa italiana. Con la prefazione di Michele Neri.
15,90
 

Disponibile anche nel formato

“Tu eri avvolto per me dall’enigma di tutti i tiranni, il cui diritto è fondato sulla loro persona e non sul pensiero”. Una lettera spietata, tenera, un urlo d’amore mancato quello che Franz Kafka rivolge a suo padre nella celebre lettera al padre. Anche per questa nuova antologia un grande testo della letteratura del Novecento diventa il punto di partenza per investigare un rapporto unico e complesso come quello che si ha con la figura paterna. Venti tra autrici e autori si confrontano con il proprio padre, e regalano un affresco a più dimensioni di un rapporto che ha subito grandi trasformazioni nel corso dei secoli, e che per sua natura è fatto più di assenza che di presenza, più di distanza che di simbiosi. Tra padri dediti e “innamorati” e altri distanti e irraggiungibili, tra carezze che ancora scaldano e sguardi che ancora gelano si ripercorrono ricordi e spaccati generazionali.





 

 

 

Biografia degli autori

Silvia Andreoli

Silvia Andreoli è nata a Verona, ha studiato a Milano e ha scelto Parigi come città in cui nascondersi per scrivere. Ha esordito giovanissima nel 2004 con Malvina (La Tartaruga) e nel 2005 con Busserò per prendere la notte (Baldini&Castoldi), poi ha preso una pausa di riflessione e studio per tornare nel 2018 con il romanzo Nera come una fiaba (Morellini Editore). Suoi racconti sono presenti nelle antologie Lettere alla madre (2018) e Lettere al padre (2020).


Erica Arosio

Erica Arosio, giornalista e critico cinematografico è stata a lungo responsabile cultura e spettacolo per il settimanale Gioia. Ha collaborato con varie testate, fra cui "La Repubblica", "Il Giorno", «Panorama», «Cineforum», «Rockerilla», «Segnocinema» e con trasmissioni televisive e radiofoniche. Per molti anni ha curato la rubrica cinema di Radio Popolare. E' autrice di L'uomo sbagliato (La Tartaruga) e di una biografia di Marilyn Monroe. In coppia con Giorgio Maimone ha pubblicato Vertigine (Baldini Castoldi), Amour GourmetUn due tre Stella (Mondadori), Non mi dire chi sei e un racconto nell'antologia Ritratto dell'investigatore da piccolo (Tea) e A rincorrere il vento (Morellini Editore, 2018). Ha pubblicato un racconto nell'antologia Delitti di Lago vol. 3 edita da Morellini Editore 2020. Vive a Milano.


Marina Baumgartner

Marina Baumgartner, romana di nascita e fiorentina d’adozione, vive e lavora a Milano, città che adora. Giornalista, ha scritto di viaggi, di persone, di storie fantastiche, di Paesi lontani. Ma anche di cibo e vini buoni, due grandi piaceri della vita. Insegna Comunicazione ai Master Internazionali di Polimoda Firenze, una delle scuole fashion più importanti del mondo. Ogni nuovo studente è una pagina bianca da scrivere, una persona a cui trasmettere entusiasmo ed esperienza. Lavora come copywriter per Lander Project, un’agenzia fiorentina piena di belle idee e di bella gente. Ama viaggiare, molto spesso da sola, la buona musica, essere innamorata, le bollicine, gli spaghetti al pomodoro, la solitudine di fronte al mare, gli abbracci e gli amici veri. Scrivere è il suo respiro.


Michaela K. Bellisario

Michaela K. Bellisario una giornalista e scrittrice italo-olandese. Vive tra Norwich e Milano dove lavora per “Io donna”, il femminile del Corriere della Sera. È buddhista e ama film asiatici. Per Morellini è autrice di “Guida turistica per fashion victim” (2008), “Felici e conviventi, manuale per un’unione perfetta” (2010), “Tu non mi capisci, dizionario uomo-donna donna-uomo” con Stefano Bonometti (2011), “Amsterdam Women Friendly” (2014), “Glam a 40 anni” (2016), “Lettere alla madre” (2018). Nel 2016 ha partecipato all’antologia “Io sono il Nordest” (Apogeo). Nel 2017 per Cairo editore ha pubblicato il suo primo romanzo “Parlami di lei”. Nel 2019, per Morellini Editore, ha pubblicato "Felici a 50 anni. E se fosse una golden age?", scritto a quattro mani con Claudia Rabellino Becce. 


Fioly Bocca

Fioly Bocca laureata in Lettere Moderne, vive in Monferrato ed è mamma di due bambini. Lavora nella comunicazione web. Ha pubblicato per Giunti: Ovunque tu sarai (2015), L'emozione in ogni passo (2016) e Un luogo a cui tornare (2017). I suoi romanzi sono tradotti in cinque lingue. Cura il blog: www.bbodo.it


Annarita Briganti

Annarita Briganti è giornalista culturale per “La Repubblica” e «Donna Moderna», scrittrice, traduttrice. Per Cairo sono usciti i suoi tre romanzi: Non chiedermi come sei nata (2014, vincitore del Premio Comoinrosa Opera Prima, poi divenuto uno spettacolo teatrale scritto dall’autrice), L’amore è una favola (2015) e Quello che non sappiamo (2018). La biografia di Alda Merini, Alda Merini. L’eroina del caos (Cairo Editore, 2019), è il suo primo saggio. Pubblica numerosi racconti. Ha partecipato anche a Lettere alla madre (Morellini Editore, 2018).


Simona Castiglione

Simona Castiglione, nata a Catania, vive a Padova. Insegna lettere e scrittura creativa. Nel 2010 ha esordito con la raccolta di racconti La mente e le rose (Transeuropa); da allora ha pubblicato diversi racconti per antologie (Madre-MorteTranseuropa; L’occasione, La morte nudaL’amore ai tempi dell’Apocalisse per Galaad Edizioni; Serenate al chiaro di luna per ed. Mazza; Storie di martiri, ruffiani e giocatori per CaratteriMobili, Père Lachaise: racconti dalle tombe di Parigi per Ratio et Revelatio Publishing House, Siria - Scatti con parole per Miraggi edizioni. Ha pubblicato il romanzo cooperativo Lavoricidi Italiani (Miraggi edizioni) e il romanzo Sottobosco per Ratio et Revelatio (2014), uscito anche in traduzione rumena. Collabora inoltre con numerose riviste, giornali e blog letterari (La Stampa, Il Gazzettino, Sicilia & Donna, Primo Amore, Doppio Zero, Vicolo Cannery, Scuola Twain, Grafemi). Per Morellini ha pubblicato un suo racconto in Sicilia d'autore, antologia a cura di Gabriella Kuruvilla (2019).


Fernando Coratelli

Fernando Coratelli è scrittore, autore teatrale e paroliere musicale. Ha pubblicato diversi romanzi,  scritto le pièce L’ambigua storia di un bicchiere di Merlot, 2013(Premio Fersen per la Miglior Regia, 2014) i musical Romeo & Juliet e Fame. Superstar, con musiche di Paolo Meneguzzi e Simone Tomassini, Lugano 2018.

 


Stefano D'Andrea

Stefano D’Andrea scrittore (Il Padre è nudo Baldini&Castoldi, 2018), fotografo (Umani a Milano per Progetto Arca, Gribaudo, 2019), milanista ed ex docente universitario. Classe 1967, ma dimostra meno perché riempie le rughe col grasso sottocutaneo. Bello come il sole. Quando non sa come reagire a una situazione si chiede "Cosa farebbe Clint Eastwood?". È una persona gentile.


Anna Di Cagno

Anna Di Cagno, giornalista, autrice e blogger di www.mollybrown.it nasce nei mag femminili. Per Morellini Editore ha pubblicato Nonne, istruzioni per l’usoMilano al femminile e ha curato l’antologia Lettere alla madre. Nel 2019 ha pubblicato per Cairo Editore Lettere d’amore per uomini imperfetti. È socia fondatrice di Labò e collabora con Elena Mearini a corsi di scrittura creativa; da quest’anno conduce un programma radiofonico su Onboox Radio. Un suo racconto è presente nell’antologia Lettere al padre di cui è anche curatrice (Morellini Editore, 2020).

 


Manuel Figliolini

Manuel Figliolini,girovago e saltimbanco, dopo un’inizio da trottola per il mondo è tornato in Italia per amore. Fondatore e ideatore de “La Bottega del Giallo” ama leggere, soprattutto noir e gialli. Passione che l’ha portato a fondare “La Sherlockiana”, il festival in omaggio a Tecla Dozio insieme a Veronica Todaro e Daniela Basilico. La sua passione da saltimbanco la esercita nei talk letterari ideati insieme a Mariana Marenghi. Cura anche due trasmissioni all’interno di Onboox Radio. Una di queste s’intitola “Bombacarta”, perché lui è così, un ordigno rudimentale. Scrive per necessità.


Barbara Fiorio

Barbara Fiorio, nata a Genova, dove vive e scrive libri, è docente di comunicazione e tiene laboratori di scrittura, ironica e narrativa, tra cui il Gruppo di Supporto Scrittori Pigri (GSSP). Nel 2009 ha esordito con “C’era una svolta” (Eumeswil) per poi dedicarsi ai romanzi: “Chanel non fa scarpette di cristallo” (Castelvecchi, 2011), “Buona fortuna” (Mondadori, 2013 – ed. spagnola per Suma de letras, 2014), “Qualcosa di vero" (Feltrinelli, 2015 – ed. tedesca per Thiele-Verlag, 2016) e “Vittoria” (Feltrinelli, 2018). Per Einaudi ha scritto il racconto “La gattara” (antologia “Gatti – I racconti più belli”, 2015), per Morellini ha scritto il racconto “Noi eravamo quelli che..." sull’alluvione del 2014 (antologia “Genova d’autore”, 2017) e per Il Canneto ha scritto il racconto “Laura e Carlo” (antologia “Il ponte, a sostegno della Valpocevera dopo il crollo del Ponte Morandi di Genova”, 2018). Nel 2019 è tornata sul primo lavoro, apmpliandolo e aggiornandolo: ha infatti pubblicato con Morellini la seconda edizione di "C'era una svolta. Cosa hanno in comune Andersen, i Grimm e Perrault con Disney? Niente." 
www.barbarafiorio.com - www.scrittoripigri.com


Isa Grassano

Isa Grassano giornalista professionista, è lucana doc ma vive a Bologna. Scrive di turismo, attualità, libri, storie vere per numerose testate tra cui Viaggi di Repubblica, Donna Moderna e sul suo blog amichesiparte. Autrice di guide, l'ultima "Forse Non Tutti Sanno che in Italia" (Newton Compton). Il suo segreto? L’ottimismo dei folli e la tenacia dei muli.


Gabriella Kuruvilla

Gabriella Kuruvilla, scrittrice, pittrice e illustratrice italo-indiana, è nata a Milano nel 1969. Laureata in architettura e giornalista professionista, collabora con varie testate e ha esposto in Italia e all'estero. Ha pubblicato: il romanzo Media chiara e noccioline (DeriveApprodi, 2001 - uscito con lo pseudonimo di Viola Chandra), il libro di racconti È la vita, dolcezza (Baldini Castoldi Dalai, 2008 - Morellini Editore, 2014), il libro per bambini Questa non è una baby sitter (Terre di Mezzo, 2010 – con illustrazioni di Gabriella Giandelli) e il romanzo Milano, fin qui tutto bene (Laterza, 2012). Per Morellini Editore, dal 2014, cura la collana Città d'autore, per cui sono uscite le antologie Milano d'autore (2014), Roma d'autore (2015), Monaco d'autore (2016), Bologna d'autore (2016), Genova d'autore (2017), Calabria d'autore (2018) e Sicilia d’autore (2019), di cui ha disegnato le copertine e che comprendono anche i suoi racconti. Sempre per Morellini Editore, dal 2017, illustra alcune copertine della collana Varianti. Altri suoi racconti si trovano in diversi volumi, tra cui la Smemoranda 2014 e le antologie Pecore nere (Laterza, 2005), Re/search Milano. Mappa di una città a pezzi (Agenzia X, 2015), Lettere alla madre (Morellini Editore, 2018), Spiegelungen / Vite allo specchio (nonsolo Verlag, 2018) e Lettere al padre (Morellini Editore, 2020).
 

Massimo Laganà

Massimo Laganà nasce a Reggio Calabria il 10 maggio 1966. A vent’anni e metà università si trasferisce a Milano. Dopo un limitato numero di vicissitudini, elegge Bergamo come città del cuore. Dottore in Giurisprudenza per amore di papà, diventa giornalista professionista nel 1992. Scrive sul settimanale «Oggi», dove ha anche un blog, che si chiama L’informazione dilaga. Adora la parmigiana della mamma e i suoi figli. Gli piace dire che ha lavorato all’Europeo. Per Morellini editore, ha partecipato alle antologie Milano d’autore (2014), Roma d’autore (2015), Bologna d’autore (2016), Genova d’autore (2017), Calabria d’autoreLettere alla madre (2018) e Sicilia d’autore (2019) con i racconti Telefonami tra vent’anniNiente da capireQuale allegriaPezzi di vetroSiamo soli noiDonna Concetta e Alice. È presente anche, assieme a Vito Ribaudo, nelle raccolte VINYL – Storie di dischi che cambiano la vita (2017) e On the radio (2018), con i racconti a quattro mani Un bacio davanti a quel portone e La Domenica delle Palme. Altri due racconti sono presenti nelle antologie Romagna d’autore e Lettere al padre (2020). 


Giorgio Maimone

Giorgio Maimone è stato capo-redattore del “Sole 24 Ore” per oltre 30 anni. Ha lavorato in teatro e diretto Canale 96, la prima radio libera della sinistra milanese, e in seguito Radio Regione. Ha fondato e dirige il portale della canzone d’autore Brigata Lolli e ha lavorato per le reti Mediaset come ideatore e autore di programmi. Si occupa di recensioni librarie e discografiche e da 15 anni è nella giuria delle Targhe Tenco. In coppia con Erica Arosio ha pubbicato Vertigine (Baldini Castoldi, 2013), L’amour Gourmet e Un due tre Stella (Mondadori, 2014 e 2015), Non mi dire chi sei e un racconto nell’antologia Ritratto dell’investigatore da piccolo (Tea, 2016 e 2017), Cinemascope e Juke-box. Suoi racconti sono contenuti nelle antologie Giallolago (Eclissi, 2013), Delitti di Lago e Nuovi Delitti di Lago e Delitti di  Lago vol 3 uscite per Morellini Editore, con la quale ha pubblicato anche, sempre in coppia con Erica Arosio, A rincorrere il vento. Il B-Side del ’68 (2018). È in arrivo il loro prossimo libro. Con Luca Pollini, invece, ha pubblicato Oggetti smarriti. Piccolo catalogo delle cose perdute (2019).

Elena Mearini

Elena Mearini è nata nel 1978 e vive a Milano. Lavora da diversi anni per una compagnia che si occupa di teatro ragazzi. Conosce poi la realtà del disagio occupandosi di laboratori in carceri e comunità. Nel 2009 esce il suo primo romanzo 360 gradi di rabbia, edito da Excelsior 1881 e vincitore del premio Gaia Mancini, nel 2011 pubblica per Perdisa pop il romanzo Undicesimo comandamento, che vince il premio Gaia Mancini e il premio Unicam – Università di Camerino. Dal 2010 collabora col settimanale «Vita no profit». Collabora con la rivista letteraria «Atti impuri» e cura la raccolta di racconti Latte, chiodo e arcobaleno per NoReplay Editore. Partecipa alla raccolta Vacanze milane, a cura di Luca Doninelli. Nel 2013 pubblica la silloge Dilemma di una bottiglia per Forme libere Edizioni, nel 2014 la silloge Per silenzio e voce (Marco Saya editore) e partecipa alla raccolta Siria. Scatti e parole (Miraggi edizioni). È finalista al premio Maria Teresa di Lascia e vincitrice del Premio Perelà 2013. Nel 2016 pubblica con Cairo editore il suo romanzo Bianca da morire e per lo stesso editore nel 2017 pubblica È stato breve il nostro lungo viaggio. Per Morellini Editore è uscito un suo racconto nell’antologia Lettere al padre (2020). 


Eleonora Molisani

Eleonora Molisani, giornalista professionista, si occupa di attualità e di libri per il settimanale «Tu Style» di Mondadori. Collabora, come docente di giornalismo, comunicazione e new-media, con la Scuola di linguaggi Mohole di Milano, per cui cura anche la rassegna letteraria annuale Parolibere. 
Nel 2014 ha esordito nella narrativa con Il buco che ho nel cuore ha la tua forma - Storie del terzo millennio (Priamo & Meligrana). Nel 2016 ha partecipato all’antologia di racconti Pausa caffè (Prospero editore). Nel 2019 ha pubblicato il romanzo Affetti collaterali (Giraldi editore).
Online ha fondato la community Natural Born Readers and Writers, per l’organizzazione di eventi culturali e la tutela della bibliodiversità.


Marco Montemarano

Marco Montemarano, nato a Milano e cresciuto a Roma, vive in Germania da 25 anni. Con Neri Pozza ha pubblicato i romanzi La ricchezza (Premio nazionale di letteratura Neri Pozza 2013) e Un solo essere (2015). Il suo romanzo Acqua passata è stato tra i vincitori dell’edizione 2012 del concorso IoScrittore ed è pubblicato in e-book dal Gruppo editoriale Mauri Spagnol. I due album musicali Così sempre e The Art of Solo Guitar (RoBa/Zaraproduction) raccolgono sue composizioni ed esecuzioni di brani per chitarra. Per Morellini Editore ha pubblicato il racconto Heike nella raccolta Monaco d'autore (2016), il romanzo Incerti posti (2017) e il romanzo L'altro Paese (2019).

Simona Morani

Simona Morani è nata a Faenza nel 1982 e cresciuta a Canossa, in provincia di Reggio Emilia. Si è laureata in lingue straniere all'Università di Modena e dopo alcune esperienze di studio e lavoro in Germania, Spagna e Stati Uniti, ha deciso di fermarsi a Monaco di Baviera, dove abita da sette anni. È giornalista culturale, traduttrice e docente di italiano. Per la casa editrice Giunti ha pubblicato nel 2015 il suo romanzo d'esordio "Quasi arzilli", una tenera commedia sulla terza età ambientata nell'Appennino reggiano, vincitrice del Premio di narrativa Zocca Giovani 2016.


Vito Ribaudo

Vito Ribaudo è sposato con Vittoria e padre di Giulia, Beatrice ed Elisa. Milanese di nascita e siciliano per affetto e origini, nella vita professionale è il Direttore Risorse Umane di RCS MediaGroup Italia. La scrittura come passione lo ha portato a pubblicare due romanzi prima di Sangue e Pane: Una grande opportunità (Rizzoli, 2015, Premio “Lago Gerundo”) e L’Elbano (Morellini Editore, 2018). Per le antologie di Morellini Editore ha scritto alcuni racconti: Un bacio davanti a quel portone su Francesco De Gregori (Vinyl, 2017); La Domenica delle Palme sul mitico derby vinto dal Torino nella primavera del 1983 (On the radio, 2018); Marchesa Adele Cicè per (Sicilia d’Autore, 2019). Nel 2020 sono in uscita altri due racconti per le antologie Lettere al padre e Tra uomini e dei.


 


Daniela Rossi

Daniela Rossi Laureata in Lettere, ha lavorato in pubblicità e insegnato per dieci anni all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Il perfezionamento in “Letteratura per l’infanzia, illustrazione ed editoria” l’ha portata nel mondo della narrativa per ragazzi. Autrice di albi illustrati, editor
indipendente, organizza rassegne e attività di promozione della lettura.

Emozionante

Inserisci i numeri visualizzati per il controllo anti spam

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.