Il tuo browser non supporta JavaScript!

TEMPORARY MOTHER

TEMPORARY MOTHER
titolo TEMPORARY MOTHER
sottotitolo Utero in affitto e mercato dei figli
autore
collana VanderWomen
editore Morellini
formato Libro
pagine 104
pubblicazione 10/2017
ISBN 9788862985543
 

Abstract

Un libro di denuncia su uno dei tempi più dibattuti dei nostri giorni per comprendere il labile confine tra bio-etica, società, business e maternità
11,90
 
Spedito in 2 giorni
Sono molte migliaia i bambini che nascono ogni anno da utero in affitto: più di 2 mila solo negli Stati Uniti, con un incremento annuo del 200 per cento. Un business colossale e planetario in espansione costante – oggi il fatturato supera i 3 miliardi – nel quale le donne diventano mezzi di produzione e le creature umane oggetti in vendita. Quei figli che non ci è consentito di avere possiamo sempre comprarli. Basta pagare. La riproduzione diventa produzione di cui siamo a un tempo mezzi e destinatari. Un consumismo che si spinge fino all’autoconsumismo, confezionato in forma di neo-desideri e neo-diritti che rivendicano di poter prescindere anche dalla biologia dei corpi e dalla differenza sessuale.
Chi è una madre “surrogata”, se non una madre? Perché si pretende che scompaia dopo aver portato a termine il suo biolavoro? Si può affittare il proprio corpo e mettere in vendita un essere umano?
Domande urgenti, alla vigilia di un dibattito che lacererà l’Europa, ultima roccaforte anti-surrogacy. Un pamphlet “anarchico” e necessario di fronte alla portata della posta in gioco: i bambini e la differenza femminile, garanzia di civiltà e umanità.
 

Biografia dell'autore

Marina Terragni

Marina Terragni, milanese, ha cominciato giovanissima la professione di giornalista a Radio Popolare.
Ha scritto in seguito per molte testate, fra cui Io Donna, Corriere della Sera, Via Dogana, L’Europeo, Linus, Panorama Mese. È autrice di vari saggi, tra cui Vergine e piena di grazia (Gammalibri 1981), La scomparsa delle donne (Mondadori 2007), Un gioco da ragazze (Rizzoli 2012). Opinionista e conduttrice radio e tv, formatrice sui temi della differenza femminile e della rappresentanza, è stata tra le prime blogger italiane. Fra i numerosi riconoscimenti ha ricevuto il premio Maria Grazia Cutuli (2003) e il Rhegium Julii (2012).

 

Informazioni aggiuntive

Inserisci i numeri visualizzati per il controllo anti spam

Rassegna stampa per TEMPORARY MOTHER

IoDonna - "Temporary Mother" di Marina Terragni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.