Giaveno • "Vernice Nera" di Claudia Maria Bertola

Giaveno • "Vernice Nera" di Claudia Maria Bertola

Dove

Piazza Giovanni XXIII, 4-15, 10094 Giaveno

Quando

sabato 26 ottobre 2019
dalle 18.00 alle 19.30
Presentazione di "Vernice Nera" di Claudia Maria Bertola enlla splendida cornice della Sala degli Specchi di Palazzo Marchini.
Saluti dell'Assessore del Sindaco Carlo Giacone e dell'Assessore alla Cultura Edoardo Favaron.
«Scrivere “Vernice Nera” ha significato dare voce a una storia che volevo raccontare, che non è solo quella della scomparsa di Adele – una ragazzina di dodici anni e mezzo, figlia di genitori separati – né quella della piattaforma filonazista Vernice Nera che adesca i giovanissimi attraverso il Dark Web e che potrebbe averla presa.
Il mio romanzo è un manifesto che parla di una società che decade nella ricerca di cose sempre più effimere e nella perdita dei valori che contano. Parla dei deboli, dei vulnerabili, delle ferite che non si rimarginano mai e che non sono quelle inflitte alla pelle, ma quelle che tagliano l’anima. Parla di eroi imperfetti, di padri malconci – nonostante gli addominali scolpiti – di madri di porcellana, di figli frangibili.
“Vernice Nera” mi ha dato la possibilità di raccontare a tutti una storia che avevo dentro di me, che ho cresciuto da seme a piantina. Per questo lo considero un personale successo e ne vado fiera.
Grazie al mio libro ho avuto il privilegio di parlare di temi importanti, a me cari, attraverso una trama gialla che porta il lettore ad avere paura, a sorridere, a commuoversi. E a sperare.
Rimane un retrogusto amaro, che è la consapevolezza che il mostro, se non è dentro di noi, è dietro l’angolo. Non per forza un angolo di strada».
Milano, inizio giugno. Una ragazzina scompare dopo aver postato su un social network un selfie che imita La pubertà di Munch. Dodici anni, pelle lattea, occhi azzurri e capelli biondi. È tanto bella quanto inquietante.
La sua misteriosa sparizione coinvolge non solo i genitori separati e benestanti, all’apparenza presi più dalla loro vita che da quella della figlia, ma anche un manipolo di personaggi che rappresentano un quadro della nostra contemporaneità. Fra tutti, la più determinata è Marina Novembre, mani doloranti per l’artrite reumatoide che agisce come l’arma di una sensitiva e che la guida in una sua indagine personale, tra il reale e il virtuale: le loro connessioni, e le possibili conseguenze. La donna, affascinante e tenace, ha un certo feeling con i social e i pericoli del Dark Web ed è convinta che la scomparsa abbia a che fare con Schwarze Farbe, Vernice Nera, una setta di stampo nazista che, attraverso la Rete, adesca i prescelti per creare una razza pura e perfetta, non intaccata dall’odierno meticciato.
Ma, dal passato, affiora un fatto tragico che segna una nuova pista da seguire. È la grandine ad avviare il processo di catarsi. Tutto si può purificare. O forse no. Perché il mostro, se non è dentro di noi, ci aspetta dietro l’angolo. Un giallo dal ritmo implacabile che mescola tensione e umorismo per raccontare, oltre al caso poliziesco, uno spaccato di vita di tre giorni in cui paura, passione, amicizia, sofferenza, vanità e rancore si fondono e confondono in un gioco di specchi in cui niente è come sembra.
Claudia Maria Bertola è nata a Torino; dopo un lungo percorso in agenzie di comunicazione come art-director, nel 2004 si trasferisce a Milano dove vive e lavora come art e copywriter freelance. Vernice Nera è il suo primo romanzo.
In collaborazione con Mondadori - Libreria Panassi.
Vernice nera
Claudia Maria Bertola
È una piattaforma segreta, una S2: un social di secondo livello, di origine tedesca e di stampo nazista, che professa la superiorità della razza ariana. Non ci si accede in alcun modo. Se sei molto giovane, bianco, con gli occhi e i capelli chiari è l’S2 che ti contatta e ti chiede di superare delle prove. Se ci riesci sei dentro. Sei Vernice Nera.


Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento