Il tuo browser non supporta JavaScript!

A Firenze "Manifesti femministi", la rivoluzione delle donne

Dove

Via Fiesolana 2b, 50122 Firenze

Quando

venerdì 11 gennaio 2019
dalle 18.00 alle 19.30
Torna in libreria Deborah Ardilli con il nuovo saggio "Manifesti femministi. Il femminismo radicale attraverso i suoi scritti programmatici (1964-1977)" co-edito in collaborazione con VandA ePublishing. L'autrice ne parla con Barbara Bonomi Romagnoli, giornalista e scrittrice di femminismo ed ecologia, e Carla Fronteddu, insegnante di studi di genere e autrice.

Con la sua peculiare combinazione di rabbia e proiezione utopica, il manifesto politico è il genere che meglio si presta a restituire la complessità di quella straordinaria stagione che segnò la presa di coscienza delle donne, attraverso un drastico ripensamento delle relazioni tra loro e della forza che da questo deriva. Riletto attraverso i suoi manifesti, il femminismo radicale sconvolge la banalizzazione corrente di ciò che è stato per riconsegnarci la testimonianza della sua verità e un’immagine in movimento di ciò che potrebbe essere.
Una polifonia di voci che attraversa l'oceano e presenta una varietà di posizioni e che ancora oggi fanno riflettere sullo stato delle donne in tutto il mondo.
Manifesti femministi
Il femminismo radicale attraverso i suoi scritti programmatici (1964-1977)
Deborah Ardilli
Dopo il successo di Trilogia SCUM, Deborah Ardilli firma il nuovo saggio critico dedicato alle tesi dei movimenti femministi negli anni Settanta La donna non va definita in rapporto all’uomo. Su questa coscienza si fondano tanto la nostra lotta quanto la nostra libertà. (Manifesto di Rivolta femminile, 1970)


Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*
Captcha errato

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.