Il tuo browser non supporta JavaScript!

BOLZANO ’18-’45 Un monumento, una città, due dittature

BOLZANO ’18-’45
Un monumento, una città, due dittature
titolo BOLZANO ’18-’45 Un monumento, una città, due dittature
sottotitolo Il percorso espositivo nel monumento alla vittoria
argomenti Viaggi e turismo
collana Guide Alto Adige
editore Morellini
formato Libro
pagine 160
pubblicazione 07/2016
ISBN 9788862984577
Scrivi un commento per questo prodotto
 

Abstract

La storia e i segreti di un monumento dal forte simbolismo, l’eredità di guerre e dominazioni diventato oggi simbolo di pace
9,90
 
Spedito in 2 giorni
Condividi
Il Monumento alla Vittoria, eretto a Bolzano dal regime fascista tra il 1926 e il 1928 su progetto di Marcello Piacentini, è uno dei più controversi lasciti del periodo delle dittature nazifasciste. Segno evidente, a cominciare dai simboli del fascio, della presenza dominante italiana su quello che all’epoca venne considerato un territorio di conquista, dopo accesissime discussioni tra chi ne chiedeva a gran voce la demolizione e chi si batteva per la conservazione, è ora una forte e viva testimonianza di quel periodo. Nel 2012 il Ministero per i beni e le attività culturali e del turismo, la Provincia Autonoma di Bolzano e il Comune di Bolzano hanno scelto di aprire al pubblico il Monumento e di creare un percorso espositivo. In questo libro vengono ripercorse le vicende storiche locali, nazionali e internazionali degli anni compresi tra le due guerre mondiali (1918–1945), legate in particolare modo all’avvicendarsi di due dittature (quella fascista e quella nazionalsocialista) e vengono illustrati i radicali mutamenti urbanistici operati nella città di Bolzano, a partire dalla fine degli anni Venti. Viene inoltre affrontato il difficile rapporto di convivenza di una così ingombrante eredità dell’epoca
 

Inserisci i numeri visualizzati per il controllo anti spam

Correlati

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.